Blog di moda: perché (e come) dovresti crearne uno se sei appassionato/a
Photo source: Unsplash

Blog di moda: perché (e come) dovresti crearne uno se sei appassionato/a

Sei un’appassionato/a di moda, ne segui le sue tendenze e ti piacerebbe avere uno spazio tutto tuo in cui parlare di moda e postare le tue foto?

Bene, sei nel posto giusto. 

In questo articolo ti suggerisco alcuni consigli sulla creazione di un blog di moda da zero senza esperienza, come impostarlo e perché dovresti aprirne uno. Dunque ti suggerisco di leggerlo fino alla fine. (*)

“La moda non è qualcosa che esiste solo negli abiti. La moda è nel cielo,nella strada, la moda ha a che fare con le idee, il nostro modo di vivere, che cosa sta accadendo.”

(Coco Chanel)

 

La moda, che meravigliosa creazione! È un settore talmente affascinante e vasto che sarebbe impossibile descriverne la bellezza in un unico articolo. È da sempre oggetto di tendenze, di passione e di curiosità, proprio per questo motivo se anche tu sei un appassionato/a di moda, e vorresti condividere la tua passione con altri utenti, dovresti aprire un blog proprio su questo. 

Perché dovrei aprire un blog di moda?

Non sei una modella, uno stilista e l’idea di creare un blog non ti è mai passata per la testa fin’ora. 

È vero, hai ragione, ma spesso non è necessario essere un personaggio pubblico per aprire un blog. 

Quello che è necessario per aprire un blog, invece, è avere una forte passione per un determinato argomento e avere la costanza per riuscire a farlo crescere pian piano.

Dunque se anche tu hai queste caratteristiche e ami la moda in ogni sua sfumatura o un settore specifico della moda, sei nel posto giusto, puoi creare uno spazio online tutto tuo dove scrivere tutto quello che hai da dire. 

Aprire un blog di moda, oltre ad un profilo Instagram annesso, potrebbe essere un vantaggio per te, per molti motivi, tra cui:

  • Creare un fashion blog è più facile di quel che pensi, puoi crearlo con un dominio personalizzato a circa 3 euro al mese (con molte aziende di hosting),
  • L’argomento “moda” (più comunemente chiamata “nicchia di mercato”) è uno degli argomenti più redditizi e se riesci a dare la giusta impostazione al tuo blog potresti avere una possibilità di monetizzarlo, come ho già spiegato qui.

 

Come posso creare il mio blog di moda?

Come ti ho già anticipato poco fa, il processo di creazione di un blog è più semplice di quanto pensi. Se vuoi acquisire autorevolezza, vuoi guadagnare con il tuo blog, vuoi che il tuo blog sia un punto di riferimento in un micro settore dell’argomento moda o vuoi conferire ad esso una sorta di serietà il mio consiglio è quello di non aprire un blog gratuito e di scegliere un dominio personalizzato (es. www.iltuonome.com/it/) in modo tale da essere già a buon punto riguardo i punti elencati sopra. Il dominio personalizzato può davvero esserti d’aiuto ad acquisire l’autorevolezza necessaria per affermarti in un determinato settore.

Il primo passo da compiere dunque è quello di scegliere il servizio hosting e il piano più adatto per creare il tuo blog: in termini più semplici, che nome voglio dare al mio blog e quanto spazio mi serve per iniziare a pubblicare i miei articoli?

Come ho già scritto nel mio ebook e nella mia guida gratuita sulla creazione di blog, il mio consiglio è quello di puntare su uno dei servizi di hosting a scelta tra Siteground o Bluehost.

Entrambe le aziende, offrono diversi piani super convenienti per la creazione di blog, da scegliere in base alle proprie esigenze. Entrambe hanno un piano base di circa 3€ mensili per la creazione di un blog ed hanno un’assistenza valida e una velocità al top che potrebbero aiutarti davvero tantissimo nel momento in cui Google deciderà di posizionare il tuo blog, ti dico solo che la velocità di un blog che offrono entrambe le aziende può aiutarti (insieme ad una buona SEO) a posizionare il tuo blog nelle prime pagine di ricerca di Google.

Dunque: prime pagine di ricerca = maggiori visualizzazioni mensili.

I passi successivi alla creazione di un blog sono la scelta di un tema grafico accattivante (credimi, ne esistono davvero di belli, semplici ed intuitivi per il settore della moda) e l’installazione di plugin e servizi utili per la sua gestione. 

Di questo però, trovi tutti i dettagli e le liste complete nel mio ebook gratuito su come creare un blog che puoi scaricare anche tu da qui.

Come posso impostare il mio blog in modo tale da renderlo originale? 

Il suggerimento più importante che mi sento di darti è il seguente: scegli una micro nicchia (o micro settore) su cui incentrare il tuo blog.

Come ti ho già detto, focalizzarsi in un unico argomento specifico può aiutarti tantissimo a costruire la tua rete di lettori fedeli.

Facciamo un esempio pratico: supponiamo che la tua passione siano gli outfit da sera femminili invernali, la moda inverno, la moda inverno uomo 2020, i costumi interi femminili o gli smoking maschili (eccetera). Ecco, avrai trovato un micro argomento su cui incentrare il tuo fashion blog

Impostare il proprio blog su una determinata micro categoria può portarti numerosi vantaggi tra cui:

  • Visualizzazioni dei tuoi articoli da parte di lettori che sono interessati SOLO a quel determinato argomento di cui stai parlando e che quindi visitano il tuo blog perché sono realmente interessati a quel determinato argomento.

Un secondo consiglio che mi sento di darti, è quello di occuparti personalmente della realizzazione degli scatti che andrai ad inserire nel tuo blog e nei tuoi canali social.

Avere una galleria ben curata può aiutare a conferire al tuo blog un aspetto più “autorevole e serio”.

In genere, chi possiede un blog o un profilo Instagram sulla moda tende ad applicare, ad esempio, sempre lo stesso filtro fotografico (o preset) alle foto dei propri canali. Questo avviene per conferire alla propria galleria un aspetto omogeneo, come se fosse una sorta di “continuum visivo” delle foto.

Dunque, se possibile, scatta sempre utilizzando gli stessi colori, crea più versioni della stessa foto e applica un preset per ritoccare i parametri base (esempio luminosità della foto) e conferire alle tue foto un aspetto più professionale.

Se dovessimo parlare in termini ancora più specifici, ti dirò che in genere la tipologia di filtri fotografici utilizzati maggiormente sono quelli che non si allontanano molto dalla foto originale. Sono molto apprezzati dal popolo del web, ad esempio, i cosiddetti Light and Airy Presets, ovvero tutti quei filtri fotografici che hanno lo scopo di illuminare le foto e accentuare leggermente i colori creando così un risultato “arioso” e contemporaneo.

Se hai Lightroom, puoi applicare questi presets con un click in pochi secondi, in modo tale da non perdere troppo tempo con la post produzione delle foto e concentrarti principalmente sulla creazione degli articoli del tuo blog.

A tal proposito, ho creato due collezioni di Light and Airy presets per l’editing delle foto, l’ultima collezione sta ricevendo molti apprezzamenti dalle influencers di moda (e non solo). Puoi visualizzarla qui, se sei interessato/a.

Dunque, ricapitolando:

  • Individua la tua passione all’interno dell’ampia categoria “moda”, scegli un solo argomento specifico, incentra il tuo blog su quello.
  • Prepara in anticipo un calendario editoriale in modo tale da programmare gli articoli da postare nei mesi. (**se può interessarti, ho creato un calendario editoriale annuale in formato PDF da stampare, presto online)
  • Dedica un po’ di tempo alla post produzione delle tue foto per il tuo blog. (** se può interessarti, dai un’occhiata alla mia nuova collezione di airy presets qui)
  • Interagisci con moderazione con gli altri fashion blogger della tua stessa micro categoria.
  • Se decidi di scrivere i tuoi articoli in lingua inglese presta particolare attenzione alla correzione di eventuali errori grammaticali. Ma non è ancora finita qui. Continua a leggere l’articolo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lightroom Presets & Printables (@rodipresets) in data:

Come posso monetizzare il mio blog di moda?

Monetizzare un blog, qualsiasi sia la sua categoria, non è uno step obbligatorio. Puoi decidere di dedicarti con cura alla creazione dei suoi contenuti oppure oltre alla creazione di contenuti, puoi provare anche a monetizzarlo.

La monetizzazione (e successivamente i guadagni) del proprio blog, non è uno step adatto a tutte le tipologie di blog, ma la macro nicchia della moda offre numerose occasioni di monetizzazione.

Dunque se hai già un blog di moda (o hai intenzione di crearne uno) con un dominio di primo livello, puoi provare a monetizzarlo.

Sappi, però, che la monetizzazione di un blog prevede:

  • Una buona strategia SEO (Google deve “conoscere” il tuo blog, proprio per questo devi strutturarlo nel modo giusto);
  • Tanta fatica e pazienza (gestire un blog è un vero e proprio “lavoro” e occorre serietà e zero improvvisazione);
  • Tanto tempo e costanza (i primi risultati consistenti iniziano a farsi vedere solo dopo qualche tempo).

Puoi monetizzare il tuo blog principalmente in due modi:

  1. Tramite l’affiliate marketing (ovvero sponsorizzando prodotti all’interno di esso e guadagnando una piccola percentuale dalla loro vendita)
  2. Tramite i guest post (vendendo e ospitando articoli su un determinato argomento all’interno di esso)

Dunque qual è il primo passo da fare per monetizzare il tuo blog di moda?

  • Il primo passo da fare è quello di iscriversi ad alcune piattaforme di affiliate marketing, aderire ai programmi di sponsorizzazione più affini all’argomenti del tuo blog e iniziare a sponsorizzare i prodotti all’interno del tuo blog. Ad esempio, un buon programma da sponsorizzare, sono proprio i capi d’abbigliamento di Shein.

La mia piattaforma preferita di affiliate marketing è Shareasale perché offre numerosi programmi di sponsorizzazione a cui aderire in numerose nicchie, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Puoi iscriverti a Shareasale direttamente da qui o leggere qui il mio articolo completo sul funzionamento di questa piattaforma.

  • In secondo luogo, puoi provare a contattare i brand di moda più affini all’argomento principale del tuo blog e recensire i loro prodotti.

Insomma, creare un blog di moda può essere un ottimo modo per coltivare la tua passione per la moda e può portarti grandi soddisfazioni. Sta a te cercare di capire su quale micro argomento potresti incentrare il tuo blog.

Per dubbi o chiarimenti resto a disposizione, contattami via email e ti risponderò quanto prima.

Se ti è piaciuto il mio articolo, sei libero di lasciare un like e condividerlo nei tuoi canali social, in modo tale da poter essere d’aiuto per tutti coloro che intendono creare un blog.

Se hai intenzione di creare il tuo blog, lasciami il link tra i commenti di questo articolo, non vedo di vederlo! Nel frattempo ti aspetto nella mia newsletter, ti darò presto nuovi suggerimenti al riguardo e puoi tenerti aggiornato con un semplice click.

______

(*) FTP Disclaimer: attenzione, questo articolo contiene affiliate links, per cui ad ogni click o vendita mi sarà accreditata una percentuale di guadagno dalle aziende pubblicizzate. Ho aderito a tutti i programmi di sponsorizzazione, dunque ve li consiglio davvero e vi scrivo in modo sincero. Per dubbi o chiarimenti vi invito a leggere la Privacy & Cookie Policy del mio sito web, buona lettura.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate into:

Copyrighted Image

×
×

Carrello