Stampe su carta lucida o opaca? Ecco la differenza

Stampe su carta lucida o opaca? Ecco la differenza

Disclaimer: attenzione, questo articolo contiene affiliate links, per cui ad ogni click o vendita mi sarà accreditata una percentuale di guadagno dalle aziende pubblicizzate. Ho aderito a tutti i programmi di sponsorizzazione, dunque ve li consiglio davvero e vi scrivo in modo sincero. Per dubbi o chiarimenti vi invito a leggere la Privacy & Cookie Policy del mio sito web, buona lettura.

Ciao ragazzi, oggi vi parlo di uno degli argomenti più diffusi al giorno d’oggi: le diverse tipologie di stampe fotografiche su carta lucida e opaca.

Con lo sviluppo del digitale, abbiamo la fortuna di poter scattare una quantità maggiore di foto rispetto al passato: smartphone, reflex, mirrorless sono solo alcuni degli strumenti che ci permettono di immortalare un momento particolare a noi caro.

A questo punto la domanda sorge spontanea: “Questa foto è davvero troppo bella per lasciarla nel mio cellulare o nel mio hard disk. Vorrei stamparla, ma è meglio stamparla su carta lucida o opaca?


Tra l’altro molte aziende che si occupano di stampe fotografiche propongono spesso offerte validissime che ci permettono di realizzare fotolibri, gadgets e stampe fotografiche di ottima qualità per farci rivivere un momento che ci ha trasmesso un’emozione particolare: che sia il giorno del tuo compleanno, della tua laurea o il ritratto di una persona a te cara, ti riporto dei piccoli suggerimenti al fine di chiarire qualche dubbio sulle diverse tipologie di stampe.

È meglio che stampi le foto su carta lucida o opaca? Faccio stampare il book della mia laurea su carta lucida o opaca? Devo realizzare un poster, va bene in carta lucida?

Queste sono solo alcune delle domande che tutti noi ci poniamo nel momento in cui decidiamo di fare stampare le nostre foto. Ci tengo a precisare che i miei suggerimenti provengono da un semplice gusto personale soggettivo e dall’esperienza, non esiste un’unica regola base che permette di definire quale tipologia di carta sia più adatta ad una foto rispetto ad un’altra, ma solo piccoli accorgimenti che potrebbero aiutarti a valorizzare i tuoi scatti, di qualunque natura essi siano. Partiamo subito con i suggerimenti.

Carta lucida

Le stampe realizzate su carta lucida sono più adatte a foto di viaggi, famiglia (ecc).

La carta lucida infatti dona alla tua foto una particolare brillantezza e saturazione, accentuandone così i colori, dunque se hai l’intenzione di mettere in risalto qualche particolare dettaglio del tuo scatto, la stampa su carta lucida è adatta a te.

Attenzione però, le stampe su carta lucida sono davvero eccezionali ma  sono per natura più predisposte ad attrarre a sé una quantità maggiore di luce e riflessi, dunque consiglio di non scegliere questa tipologia di stampa se hai l’intenzione di mettere la tua foto in una cornice o in un punto esatto della tua casa in cui luce naturale, raggi di sole o neon possano illuminarla in modo pieno.

Ti faccio un esempio per farti capire quest’ultimo punto: immagina di essere su un palcoscenico di un qualsiasi teatro e di avere esattamente sopra la tua testa un grande e potente faro che ti illumina.

Risultato: hai tutta la luce puntata su di te.

Stessa identica cosa accade per le foto: la luce diretta e i riflessi puntati sulle stampe su carta lucida (così come il vetro della cornice) a lungo andare, possono far usurare la foto in modo un po’ più veloce e, a lungo andare, spegnere un po’ quella bellissima brillantezza che la carta lucida dona alle tue foto.

Ciò non toglie che il digitale, nel corso degli anni, abbia fatto un miglioramento notevole: la qualità di carta lucida, infatti, è davvero molto alta nella maggior parte dei casi.

Dunque, ti consiglio di utilizzare la stampa su carta lucida nel caso in cui tu decidessi di conservare le tue foto in un album fotografico da sfogliare meno spesso rispetto ad un’altro qualsiasi album fotografico (ma gli album non sono fatti per essere sfogliato spesso? Si, hai pienamente ragione, ma questo fattore può influire sulla scelta della carta).

Nel caso in cui decidessi di esporre la foto in un luogo, che sia casa tua o una mostra fotografica, ti consiglio di posizionarla bene, in modo tale da non esporla sotto o vicino fonti di luce dirette.

Carta opaca

Anche le stampe su carta opaca (tra i suoi sinonimi anche “satinata” e “matt”) hanno un risultato davvero molto bello e il loro risultato non è da meno alla carta lucida.

La carta opaca è molto versatile ed è indicata soprattutto per ritratti, foto di matrimoni, foto in bianco e nero (rende benissimo l’effetto black and white) e foto che contengono colori particolari, in quanto anch’essa, come quella lucida, è in grado di risaltarne leggermente la saturazione donando alle foto un effetto molto “realistico”.

La carta opaca, inoltre, è meno soggetta ad usure, rispetto alla carta lucida, dunque assorbe meno facilmente le impronte digitali e le luci, di conseguenza ti consiglio di utilizzare la stampa su carta opaca nel caso in cui tu debba conservare la foto in una cornice, realizzare un ingrandimento fotografico o nel caso in cui tu debba realizzare un fotolibro (indipendentemente dal soggetto ritratto).

Tutto questo perché la carta opaca è più maneggevole al tatto e dona alla tua foto un effetto più “morbido”.

Se devi maneggiare moooolto spesso le tue stampe o il tuo book fotografico, allora la carta opaca è adatta alle tue esigenze.

Ovviamente, in qualsiasi contesto tu decida di mettere le tue foto, ti consiglio comunque di non esporle troppo vicino o sotto qualsiasi fonte di luce diretta, indipendentemente dal tipo di carta che scegli per la stampa.

 

Dunque, ricapitolando in breve:

  • Carta lucida: foto di viaggi, famiglia, in generale versatile. Adatta a stampe conservate su album fotografici (maneggiati meno spesso), lontane da fonti dirette di luce, aspetto più robusto.

 

  • Carta opaca: ritratti, foto di matrimoni, foto in bianco e nero, a colori, ingrandimenti fotografici. Adatta a stampe conservate su album fotografici (maneggiati più spesso), lontane da fonti dirette di luce, aspetto più morbido e maneggevole, meno soggetta ad usure.


Questi sono alcuni suggerimenti che voglio condividere con te, come specificato all’inizio di questo articolo, si tratta principalmente di esperienze e gusti soggettivi, dunque senza nessuna regola assoluta riguardo la scelta di una tipologia di carta rispetto ad un’altra.

Una volta scelta la tipologia di carta per le tue foto, come anticipato, esistono tantissime aziende che provvedono a realizzare le tue stampe con qualità e materiali eccellenti.

Tra quelle che ho provato, posso consigliarti senza ombra di dubbio Blurb, Pastbook, MixBook, Cheerz e SaalDigital. Queste aziende offrono numerose tipologie di stampe adatte ad ogni esigenza con offerte e prezzi davvero super. Che aspetti a far stampare le tue foto? Aspetto le tue considerazioni!

Nel frattempo, visto che questi piccoli suggerimenti possono essere utili a tutti, potresti lasciare un like o condividere l’articolo? Te ne sarei molto grata.

In attesa del prossimo articolo, ti suggerisco ti iscriverti alla mia newsletter per rimanere aggiornato sulle prossime novità del mio blog, è gratuito e basta davvero un click! Grazie!

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyrighted Image

it_ITIT_IT
en_USEN it_ITIT_IT
×
×

Carrello